ROI e Ritorno al Giocatore

Il blackjack è uno dei giochi di casinò più giocati in tutto il mondo, in quanto offre ai giocatori la possibilità di mettere in pratica le loro abilità e conoscenze, di ribaltare la situazione e vincere. Nel corso degli anni, sono state sviluppate una serie di strategie, appositamente progettate per aiutare i giocatori a ottenere un vantaggio sul casinò.

Tuttavia, per ottenere questo risultato ci sono molti fattori importanti che dovrebbero essere presi in considerazione. Quando si tratta di giocare al blackjack, ogni piccolo dettaglio conta e può fare la differenza tra vincere e perdere.

Se i giocatori vogliono diventare vincitori abituali, hanno bisogno di comprendere il ruolo principale del loro bankroll così come l’importanza delle loro abilità di gestione del denaro. L’unico modo per ottenere un profitto e mantenerlo con successo è essere consapevoli della percentuale di ritorno del gioco e sapere come trarne un vantaggio.

Questo aspetto è molto importante, poiché il casinò ha sempre un vantaggio incorporato e le probabilità non vanno a favore di coloro che si avvalgono della strategia di base prima ancora di aver iniziato a giocare. Questo è il motivo per cui bisogna essere abbastanza disciplinati da lasciare il tavolo quando si è ancora in vantaggio.

I migliori casinò online
1
100% fino a €1000 Bonus di benvenuto
2
50% fino a €100 Bonus di benvenuto + Exclusivo 5€ GRATIS!
3
125% fino a €500 Bonus di benvenuto
4
100% fino a €500 Bonus di benvenuto

Cos’è l’ROI

Nel mondo del gioco d’azzardo, l’abbreviazione ROI sta per Return On Investment che, come suggerisce il nome, è un indicatore del successo e della perdita di una particolare quantità di denaro scommesso per ogni mano. Grazie ad esso, i giocatori sono in grado di misurare l’efficienza del denaro che hanno investito durante il gioco; di conseguenza, è considerato uno strumento molto utile.

Conoscendo il ROI in anticipo, i giocatori saranno in grado di compiere scelte più sagge relative a mosse e bankroll. Si tratta di un’altra sottigliezza strettamente legata alla gestione del denaro e alla disciplina.

Il termine ROI è preso in prestito dal settore finanziario, in cui denota il rapporto tra i guadagni netti degli investitori e il costo complessivo del loro investimento. Più alto è il ROI, maggiori sono i guadagni registrati. E viceversa, più basso è il ROI, minori sono i profitti intascati. In altre parole, il ROI è una stima della performance finanziaria di una persona, indipendentemente dal fatto che essa investa in azioni, scommesse sportive o gioco d’azzardo.

Calcolare il ROI è piuttosto semplice. Il modo più immediato per dividere i profitti totali per l’importo totale puntato in un certo periodo di tempo. Supponendo che tu abbia scommesso 10.000€ nel corso delle ultime cinque settimane e abbia accumulato una vincita di 850€, il ROI sarà uguale a 850€/10.000€ = 0.085. Il Ritorno sull’Investimento può anche essere espresso in percentuale se lo si moltiplica per 100, quindi 0,085% 100 = 8,5%, che è basso. Il ROI deve superare il 100% altrimenti si è in rosso.

Tenete in mente che non è impossibile generare un alto Ritorno sull’Investimento nel breve periodo. I giocatori professionisti riescono a raggiungere questo risultato nel lungo termine. Inoltre, per valutare accuratamente il ROI, bisogna tener conto del volume di scommesse che hanno piazzato.

L’ipotesi di un giocatore che raggiunge un ROI del 104% dopo aver piazzato 4.000 scommesse è vista come più fruttuosa di quella in cui una persona ha un ROI del 140% piazzandone 400. Questo può essere attribuito alla varianza a breve termine.

Ritorno previsto ai giocatori

Il ritorno previsto al giocatore (RTP) è un po’ diverso dall’ROI, in quanto è la media del denaro che i giocatori vincono o perdono a ogni mano che giocano. Il ritorno previsto varia a seconda delle regole del gioco e delle sue numerose varianti.

Fattori importanti come la probabilità che il mazziere colpisca o stia sul soft 17, che il raddoppio delle mani soft sia permesso o no, e che il doppio split sia compreso nelle opzioni, sono essenziali e devono essere presi in considerazione. Essi influenzano direttamente le probabilità dei giocatori, che possono peggiorare o migliorare il ritorno atteso.

Comprensibilmente, quando i giocatori sono privati dell’opzione di raddoppiare o di attuare un doppio split in certi casi, il loro ritorno previsto diminuirà. Questo è il motivo per cui si raccomanda, quando si sceglie un casinò e un tavolo a cui giocare, di informarsi su regole e varianti del gioco, così da scegliere quelle che li favoriscono.

Per esempio, se è disponibile il blackjack con un unico mazzo, questa è una variante considerata molto vantaggiosa per i giocatori. Tuttavia, gli appassionati dovrebbero sempre dare uno sguardo in anticipo al payout di questa versione, poiché sempre più casinò stanno iniziando a pagare 6:5. Se questo è il caso, devono astenersi dal giocare, dato che le loro probabilità di trarre profitto sono nulle.

Il ritorno teoretico al giocatore è fondamentalmente la stessa cosa del valore atteso e di solito viene espresso in percentuali. L’RTP può anche essere considerato come un riflesso del margine della casa. Per calcolarlo, potete sottrarre il margine della casa della variazione del blackjack che avete scelto dal 100%.

Così, per esempio, se un dato gioco rende lo 0,36% a favore del casinò, il suo ritorno teoretico sarebbe 100% – 0,36% = 99,64%. A sua volta, questo significa che il gioco restituirà circa 99,64€ per ogni 100€ scommessi nel lungo periodo. La casa tiene il resto.

Tuttavia, questo accade dopo che sono state giocate migliaia di mani. A causa della varianza e della legge dei piccoli numeri, è possibile vincere o perdere somme molto più grandi di quelle indicate dall’RTP a lungo termine. Una delle peculiarità che distinguono il blackjack da altri giochi di casinò, come i dadi o la roulette, è che l’RTP varia nelle diverse varianti del 21. Per esempio, una variante come il Blackjack Switch ha un ritorno teorico del 99,87% mentre l’Atlantic City Blackjack offre un ritorno a lungo termine inferiore al 99,65%.

Tali discrepanze sono dovute al fatto che, sia il margine della casa che il ritorno teorico del blackjack, sono additivi, cioè ogni regola in atto dà o toglie punti al margine della casa. Ne consegue che diversi set di regole producono diversi ritorni teorici nel blackjack. Naturalmente, più alta è la percentuale di RTP, meglio è per il giocatore che usa la strategia di base.

Un’altra cosa che vale la pena menzionare è che i rendimenti teorici e il valore atteso fluttuano a seconda della mano che si ottiene contro una data carta superiore del mazziere. Alcune mani, come 16 contro 10, offrono rendimenti negativi a lungo termine, per questo sarete in rosso indipendentemente da come le giocate, a meno che non sappiate contare le carte.

È importante considerare anche la disponibilità di scommesse laterali in alcune varianti online e terrestri del 21. Come regola generale, tali proposte di scommessa sono introdotte per aumentare il guadagno della casa sui giochi da tavolo come il blackjack. Tutte le scommesse laterali, senza eccezione, possiedono margini della casa considerevolmente più alti di quelli che devono affrontare i giocatori che applicano la strategia di base nel gioco principale.

A sua volta, questo riduce il ritorno teorico al giocatore di dette scommesse laterali. Di quanto precisamente dipende dal payout della scommessa laterale. Usiamo Coppie Perfette come esempio, dato che è il gruppo più popolare di scommesse secondarie del blackjack.

La versione online di Felt di questa variante, per esempio, produce un ritorno teorico al giocatore del 99,63% nel gioco di base, che è abbastanza decente. Tuttavia, l’RTP della scommessa laterale Coppie Perfette scende al 93,89% per un margine della casa del 6,11%. A causa di ciò, i giocatori che si avvalgono della strategia di base dovrebbero astenersi dal giocare queste scommesse laterali su base consistente.

Lo stesso vale per le varianti progressive del blackjack, in cui solitamente ai giocatori viene richiesto di fare scommesse laterali per poter vincere i jackpot progressivi. La casa detiene un margine significativamente maggiore su queste.

Il costo degli errori della strategia di base e il loro effetto sull’RTP

Quando si confrontano gli RTP e i margini della casa mentre si sceglie una variante del blackjack, si dovrebbe tenere a mente che le cifre elencate presuppongono una perfetta attuazione della strategia di base del gioco. In altre parole, se si gioca affidandosi al caso, il proprio ritorno teorico sarà inferiore alla percentuale elencata. Più errori di gioco si fanno, maggiore è il margine del casinò.

I cattivi giocatori finiscono per pagare ogni errore di strategia che commettono. Le sanzioni monetarie differiscono a seconda della gravità della violazione. Così, comprare sempre un’assicurazione contro l’asso del mazziere toglierà lo 0,23% dal vostro rendimento teorico a lungo termine. Se non raddoppiate mai, diminuite il vostro rendimento dell’1,6%.

Vincere una mano hard contro carte di basso valore ti costerà il 3,2% in termini di RTP. Dividere e ri-dividere carte dal valore di dieci si traduce in una riduzione dell’8% del ritorno teorico, mentre stare su mani hard contro carte alte del mazziere porta a una riduzione del 3%. Se si combinano tutti questi errori di gioco e vengono commessi costantemente come fanno alcune persone, il margine della casa crescerebbe dallo standard dello 0,50% all’enorme 16%. Così, il ritorno teorico a lungo termine scenderebbe da 99,50€ a 84€ per ogni 100€ scommessi.

Calcolo del rendimento atteso ed EV

A differenza dei giocatori che utilizzano la strategia di base, che finiscono inevitabilmente in rosso se giocano abbastanza a lungo, i contatori di carte sono in grado di generare un ritorno atteso positivo, o EV, nel lungo periodo. Il termine EV denota il valore atteso, cioè l’importo che un giocatore di blackjack dovrebbe perdere o vincere nel tempo. In questo senso, è simile al ritorno teorico per il giocatore.

Quindi, come si fa a calcolare il proprio EV quando si gioca a blackjack? Se siete giocatori di base, non è così difficile da capire. Per prima cosa, bisogna scoprire qual è il ritorno teorico al giocatore della variante di blackjack scelta. Questo è un compito molto facile se si gioca online, poiché la maggior parte dei fornitori di software elencano la percentuale dell’RTP nelle sezioni di aiuto dei loro giochi.

Poi si sottrae l’RTP dal 100% per determinare il margine della casa contro cui ci si trova. Una volta capito questo, si moltiplica il margine della casa per la propria scommessa media e poi per il numero di mani all’ora. Quest’ultimo sarà più alto per i giocatori online a causa del ritmo più dinamico dei giochi basati su RNG.

Supponendo che giochiate contro un margine della casa dello 0.50% e che scommettiate 10€ per mano per cento mani all’ora, il vostro EV orario a lungo termine sarebbe (0,005) x 10€ x 100 = -5€. Arriverà sicuramente una serie di vincite in cui vincerete o perderete un paio di centinaia di euro nello stesso arco di tempo, tutto a causa della varianza a breve termine. Tuttavia, se passerete abbastanza mani, la matematica del gioco entrerà in funzione e darete 5€ all’ora al casinò.

Questo non è il caso dei contatori di carte, però. La ragione è che non c’è un margine della casa. Si applica il contrario, poiché sono i contatori ad avere un vantaggio sul casinò. Tuttavia, la formula per calcolare il valore atteso è la stessa.

La maggior parte dei giocatori più esperti utilizza un software di simulazione, come Casino Verite di Norm Wattenberger, che indica loro esattamente quanto valore atteso genererebbero nel lungo termine. Anche loro incontrano delle serie di vittorie o perdite che registrano a breve termine, finché prima o poi raggiungono le loro aspettative.

Fissare obiettivi di vincita appropriati è la chiave per vincere

Il blackjack è un gioco di casinò e, come tale, ha sempre un vantaggio incorporato, indipendentemente dalle sue variazioni e regole. Se i giocatori voglio trarne un profitto, devono avere buone capacità di gestione del denaro e disciplina. Una delle cose più importanti è fissare una percentuale di ritorno realistica e raggiungibile per ogni gioco che sia in accordo con il bankroll e giocare fin quando non la si raggiunge.

Per esempio, se i giocatori portano 300€ al tavolo del casinò, il loro obiettivo di vincita dovrebbe essere di circa 60€. L’unico mondo per ottenere un profitto e riuscire a mantenerlo è accontentarsi di piccole somme ogni volta, anziché vincere alla grande una volta sola.

Come già menzionato, non è un gioco a favore dei giocatori. Anche se conoscono la strategia di base e hanno la disciplina e le abilità necessarie, le loro possibilità di vincere ogni mano saranno meno di 50/50, se dobbiamo essere precisi. Questa è la ragione per cui bisognerebbe fissare piccoli obiettivi di vittoria e ritirarsi quando li si raggiunge. In questo modo, non solo ci si godrà il gioco, ma si otterrà anche un profitto a lungo termine.

Importanza del bankroll

Il bankroll gioca un ruolo cruciale, in quanto influenza direttamente le scelte dei giocatori durante il gioco. Ogni volta che vanno in un casinò, possono permettersi di portare una diversa quantità di denaro, che è il motivo per cui dovrebbero fissare in anticipo i loro obiettivi di vincita e limiti di perdita, ogni giorno.

Inoltre, questo elimina le possibilità che le loro scommesse e mosse vengano influenzate dal loro stato d’animo attuale. Per evitare di perdere tutto il bankroll in un colpo solo, i giocatori devono dividerlo in base alle sessioni a cui vorrebbero partecipare.

Comprensibilmente, più grande è il loro bankroll, più alti possono essere i loro obiettivi di vittoria. Tuttavia, questa strategia potrebbe attirare l’attenzione indesiderata del casinò e causare loro dei problemi.

Questo non significa che i giocatori non dovrebbero portare con sé un bankroll decente se possono, poiché possono trarne grande beneficio. Grazie ad esso, saranno in grado di raggiungere i loro obiettivi di vincita più velocemente e giocare secondo la strategia di base senza preoccuparsi di non poter scommettere abbastanza.

Peraltro, non portare con sé abbastanza denaro avrà come inevitabile risultato quello di perderli tutti. Prima che i giocatori si siedano a un tavolo, dovrebbero assicurarsi che il loro bankroll sia conforme ai minimi del tavolo e che sia sufficiente a permettergli di rimanere nel gioco abbastanza a lungo per andare avanti.

Se questo non fosse il caso, dovrebbero astenersi dal giocare perché il risultato sarà sempre lo stesso – una perdita certa. Il miglior approccio possibile, se si vuole ottenere un profitto da questo gioco, è quello di accontentarsi di piccoli ritorni previsti e raggiungerli il più spesso possibile.

Conclusione

In sostanza, se i giocatori vogliono diventare vincitori costanti e battere il casinò, dovrebbero sforzarsi di ottenere piccoli rendimenti, anziché grandi. Vale la pena menzionare che il loro bankroll gioca un ruolo cruciale in quanto, in base ad esso, vengono determinati i loro limiti di perdita e gli obiettivi di vincita.

Se i giocatori non hanno abbastanza soldi per sopportare la varianza del gioco, dovrebbero astenersi dall’andare al casinò, perché sono condannati ad una perdita certa. Il rendimento atteso e l’ROI cambiano a seconda delle regole del gioco e delle sue variazioni e questo è il motivo per cui dovrebbero prestarvi maggior attenzione prima di sedersi a un tavolo.